Benefici Fiscali

Il contributo effettuato alla Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, in quanto ONLUS, può essere detratto dalle imposte o dedotto dal reddito imponibile Irpef (e nel caso delle imprese anche dall' IRES). Dal 1 Gennaio 2018 sono state introdotte nuove disposizione in materia di vantaggi fiscali in vigore per le ODV, APS e  ONLUS.

Nello specifico:

1. In caso di persona fisica:

  • Donazioni in denaro e in natura detraibili al 30% fino ad un massimo di € 30.000 per ciascun periodo d'imposta
  • I caso di donazioni in favore delle ODV (Organizzazioni di Volontariato) l'aliquota sale al 35%.
  • In alternativa, le donazioni in denaro o in natura sono deducibili finoal 10% del reddito complessivo dichiarato.

2. In caso di Enti o Aziende:

  • Donazioni in denaro e natura deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e rimozione del limite imposto dalla normativa precedente (70.000 euro/annui)
  • Se la deduzione supera il reddito complessivo dichiarato, l'eccedenza può essere dedotta fino al quarto periodo d'imposta successivo.

Il donatore è favorito perché:

  • Ha diverse modalità di risparmio fiscale.
  • Le somme donate a soggetti ritenuti meritevoli non vengono più considerate nella sua disponibilità e quindi si riduce l'impatto delle imposte sulle donazioni.
  • La deduzione riduce l'imponibile del contribuente.
  • La detrazione permette di ridurre direttamente l'imposta.
  • Deduzioni e detrazioni possono essere vincolate a tetti massimi percentuali e/o assoluti.
 Guida alla riforma del Terzo Settore.

Ricorda che:

  • L' intestatario della ricevuta della donazione è la sola persona che può beneficiare della detrazione/deduzione fiscali;
  • Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro
  • È preferibile rivolgersi al proprio consulente di fiducia per scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.
  • Le nuove disposizioni sono applicabili da parte delle ODV (Organizzazioni di Volontariato), delle APS (Associazioni di Promozione Sociale) e dalle Onlus a partire dal 1 gennaio 2018. Per gli altri ETS (Enti del Terzo settore) si applicano a partire dalla loro iscrizione nel Registro Unico nazionale del Terzo settore.
  • Derrate alimentari, prodotti farmaceutici e altri prodotti non si considerano ricavi se ceduti a ETS (Enti del Terzo settore): la norma di riferimento rimane la legge 166/16 relativa alla donazione e alla distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi